BLOG

L’Abusivismo dei Traslocatori

Home - Informazioni Importanti per il Consumatore finale - L’Abusivismo dei Traslocatori

L’Abusivismo dei Traslocatori

Fidarsi dell’operatore o degli operatori che ti aiuteranno a cambiare casa e vita, non è cosa da poco. Come si fa, tenendo conto dello stress, del poco tempo e della preoccupazione di lasciarsi una vita intera alle spalle?

Serietà e affidabilità sono concetti pubblicizzati ovunque, specie dalle ditte di traslochi in questione, ma a chi dobbiamo credere? Quali sono le caratteristiche che dobbiamo tenere in considerazione?

Complice la mancata informazione da parte dei consumatori -quasi nessuno è a conoscenza che i traslocatori devono essere iscritti all’albo nazionale degli autotrasportatori e devono sottostare a rigidissime regole economiche e comportamentali- l’abusivisimo sta proliferando ricorrendo a prezzi “impraticabili” per qualsiasi azienda con le carte in regola.

Attualmente circa 7 traslocatori su 10 sono abusivi.

Questa professione, quando improvvisata, può provocare danni enormi al cliente. Basti pensare che se venisse fermato un traslocatore abusivo durante il trasporto, il mezzo e tutta la merce a bordo, verrebbero sequestrati.
Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un aumento dei servizi di traslochi a basso costo, dove non solo i responsabili non possono dimostrare la loro esperienza ma non sono nemmeno in possesso dei regolari permessi e delle assicurazioni pertinenti a questi tipi di trasporti.

Ad oggi sono molti quelli che dispongono di un furgone e si dedicano ad offrire servizi di trasporto e trasloco senza le condizioni minime necessarie; questo ovviamente comporta una perdita importante della qualità e della professionalità nel settore. Come se non bastasse, i prezzi che questi lavoratori offrono, sono così bassi da obbligare una seria riorganizzazione del settore per combattere la concorrenza sleale che inevitabilmente ne deriva.

businessman 2108029 1920 1024x683 LAbusivismo dei TraslocatoriProprio per questo motivo, l’ATP (Associazione Traslocatori Professionisti) e l’AITI (Associazione Imprese Traslocatori Italiani) raccomandano ai consumatori di contattare esclusivamente ditte che si presentino con tutti i requisiti e con tutta la documentazione specifica del caso. L’assicurazione per le responsabilità civili imprese e vettori fa parte della documentazione fondamentale che una ditta di trasporti deve disporre e nel caso stiate trasportando merci preziose, è altresì importante costituire un’assicurazione trasporto merci. Questa risarcisce a prescindere da chi abbia causato il danno e senza considerare se sia avvenuto per causa negligenza o meno.
Le ditte inoltre devono avere alle loro dipendenze operai competenti, seri e professionali, con grande esperienza nel settore che, a loro volta, dispongano dell’adeguata copertura sanitaria, affinché possano svolgere le loro mansioni in totale serenità e nel pieno rispetto della legge.

Una ditta specializzata deve inoltre disporre dei mezzi tecnici e materiali adatti ad offrire un servizio di qualità: furgoni, elevatori, gru, materiali di imballaggio e protettivo, carrelli, ecc.
La crisi, l’abusivismo professionale e la concorrenza sleale impongono al settore traslochi di riorganizzarsi per affrontare questa nuova sfida, per offrire un servizio di qualità agli utenti ad un prezzo che sia adattato alla realtà sociale ed economica contemporanea.
A partire da questa sfida va evidenziata anche la necessità di tenere molto più in considerazione il medioambiente.
Non è sufficiente, infatti, il solo riutilizzo di scatole d’imballaggio o l’uso di materiale riciclabile.

Bisogna adattare i veicoli alla nuova normativa medioambientale, investendo su mezzi che funzionino con energie rinnovabili.

Il regolamento per l’accesso alle grandi capitali, per esempio, è già un problema per certe aziende. Va da sé che l’organizzazione della viabilità di certi tipi di veicoli deve essere intesa come un’ulteriore scommessa.

Le aziende che si occupano di traslochi, dunque, devono essere in grado non solo di far fronte alla “guerra” che alcuni usuari hanno generato, approfittandosi di clienti inesperti e dei prezzi irrisori; ma devono soprattutto scontrarsi e affrontare questa nuova sfida: l’identificazione di nuove alternative volte a offrire un servizio pulito e rispettoso verso il pianeta.

Fonti:
https://www.prontopro.it/blog/come-effettuare-i-traslochi-in-regola/
https://www.traslochi365.it/articoli/abusivismo-e-concorrenza-sleale-nel-settore-dei-traslochi